Posts contrassegnato dai tag ‘risparmiare’


Come tutti i giorni, andiamo a fare la solita spesa al supermercato. Prendiamo i nostri prodotti preferiti, facciamo la nostra scelta.

Ma sarà davvero così? Siamo davvero noi che scegliamo cosa prendere? Oppure c’è qualcosa di diverso che ci fa scegliere un prodotto piuttosto che un altro?

(altro…)


Veniamo oggi al consiglio n.2 sul risparmiare sulla spesa al supermercato.

Dopo aver visto gli acquisti di impulso, oggi ci concentriamo su un altro tipo di acquisto, dettato sempre dalle nostre emozioni. Gli “acquisti da bisogno apparente”.

Si tratta di acquisti fatti perchè si pensa di avere la necessità di un qualcosa, quando in realtà non ne abbiamo assolutamente bisogno. Si tratta di acquisti dettati da un bisogno momentaneo, che possiamo tranquillamente soddisfare magari dopo 10 minuti senza necessità di spendere nulla.

Tutto questo giro di parole per arrivare al consiglio n.2:

Andate a fare la spesa a stomaco pieno

Sembra una banalità, una sciocchezza. Ma provate a farci caso. Se abbiamo fame, se sentiamo lo stomaco lamentarsi, acquistiamo molte più cose del necessario, molte più cose di quelle di cui abbiamo bisogno.


Come si fa per risparmiare al supermercato? Come posso comprare tutto ciò che mi serve, fare la spesa quotidiana, spendendo meno?

Sembra incredibile, ma seguendo qualche piccola dritta, è possibile risparmiare un mucchio di bei soldini. Abbiamo viso in questo articolo come è strutturato un supermercato. Abbiamo imparato quali sono le tecniche che usano i commercianti e le varie marche di prodotti per farci acquistare più cose possibili.

Il primo consiglio che vi do è quello di fare una lista della spesa e di attenersi rigorosamente solo a quella. I supermercati sono strutturati per attirare il cliente, per fargli fare i cosiddetti “acquisti di impulso”.

Si tratta di acquisti non programmati, ma che vengono decisi dal cliente al momento, basandosi sui propri istinti e voglie del momento. Sono, come dice la parola stessa degli acquisti impulsivi, fatti senza un apparente motivo razionale. Questi sono molto spesso acquisti di poco conto, che corrispondono alle “briciole” della spesa, a piccole cifre, come ad esempio può essere un pacchetto di caramelle. Ed allora dov’è il problema direte voi? Il problema è che questi acquisti, fatti singolarmente non comportano grosse spese. Ma fatti tutti insieme iniziano a costituire una parte importante della spesa complessiva. Si può arrivare a circa il 30% di acquisti d’impulso su una spesa totale. Impressionante.


Vi siete mai accorti che i supermercati, almeno al loro interno sembrano essere tutti quanti uguali? No?

Vi faccio un piccolo esempio. Provate a pensare al mercato dove di solito fate la spesa. Dove si trovano le batterie, i rasoi, ecc?  Vicino le casse! Dove si trova l’acqua? Anche questa in prossimità delle casse. E dove si trovano i prodotti più costosi (es. prodotti elettronici)? Vicino l’ingresso!

Ho indovinato? Posso andare a giocare al superenalotto?

No, non ho dei poteri paranormali. Solamente conosco qualche trucchetto che hanno ideato per farci spendere di più.

Intanto iniziamo a pensare , come già accennato alla posizione degli articoli nei supermercati. Non sono messi lì in modo casuale. Ma sono studiati per fare in modo che il cliente spenda più denaro possibile. Una cosa che accomuna tutti i supermercati è che le cose più piccole e costose (come possono essere ad esempio strumenti elettronici) si trovano all’ingresso del supermercato. Questo perchè all’inizio abbiamo, almeno psicologicamente, molta disponibilità di soldi e molto spazio nel carrello. Quindi tenderemo a comprare queste cose costose, ma essendo piccole non occupano molto spazio nel carrello, quindi dando sempre l’impressione che manchi qualcosa. Invece le cose meno costose, che magari possono rappresenta più uno sfizio che una necessità (come ad esempio cioccolatini e caramelle) si trovano alla fine, vicino le casse.

Oltre queste cose dobbiamo pensare che all’interno dello stesso scaffale c’è in genere lo stesso tipo di prodotto ma di marche differenti. Ad esempio proviamo a pensare allo scaffale della pasta. La pasta è presente solo in quello scaffale. Ci sono tutte le marche che vende il supermercato. Però possiamo notare una cosa. Tenderemo a comperare quella che si trova ad “altezza occhi”. Quella cioè che sicuramente vediamo facilmente. Non quelle in basso o quelle troppo in alto.

Capiti questi semplici ma basilari concetti, possiamo facilmente spendere meno, aggirando il marketing delle varie società.

A breve pubblicheremo qualche piccolo trucchetto per spendere meno. Non perdetevi i prossimi articoli!


L’estate è arrivata. Almeno così dice il calendario. Non il tempo, perchè il freddo è tornato a farsi sentire. Mentre tiriamo fuori dagli angoli remoti degli armadi le giacche, forse troppo presto accantonate, non si può non notare che oramai le mezze stagioni non ci sono più. Da qualche anno a questa parte, il passaggio dall’inverno all’estate, e viceversa, è caratterizzato da un grande sbalzo di temperatura, mettendoci ko per qualche settimana. Ma presto il caldo arriverà. E con lui, le tanto sognate vacanze. Mare o Montagna. Città o Campagna. Tirreno o Adriatico. Italia o all’Estero. Molte, troppe incognite,. Una sola certezza: il viaggio.

Molti di noi lavorano o studiano distanti da casa. Ogni giorno dobbiamo sorbirci centinaia di chilometri di asfalto. Con il caro benzina che stringe sempre di più la forbice sui nostri portafogli, tentare di risparmiare qualcosa diventa impossibile.

cinquecento carica pronta per partire per le vacanze

Chi volesse trovare un sistema, per viaggiare in compagnia, e risparmiare qualcosina, può trovare su internet un bellissimo sito: www.passaggio.it. Ecco una breve descrizione, presa direttamente dal sito:

passaggio.it è il portale gratuito di car pooling per l’Italia e l’Europa!
Il termine “car pooling” deriva dall’inglese (car = macchina, pooling = associare) e designa l’uso condiviso di un’auto da parte di più persone che compiono la stessa tratta.passaggio.it è la versione italiana del sito tedesco mitfahrgelegenheit.de, creato nel 2001, che oggi è la piattaforma di car pooling più conosciuta in Europa. Tramite questa sono stati compiuti migliaia di viaggi e, diminuendo il numero delle auto in circolazione, si è apportato un contributo rilevante alla riduzione delle emissioni di CO2.

La nostra piattaforma è pensata per i pendolari, per chi per motivi di studio e di lavoro deve percorrere giornalmente o saltuarialmente dei lunghi tragitti e anche per coloro che vogliono viaggiare in auto in modo economico ed ecologico. passaggio.it è un punto di incontro per tutti quelli che sono alla ricerca o che offrono un passaggio, sia esso giornaliero che occasionale.

Chi percorre una data tratta e vuole offrire un passaggio auto, può pubblicare gratuitamente il suo annuncio sul sito e trovare così compagni di viaggio. In tal modo non solo risparmia denaro, condividendo le spese di carburante (e di pedaggio), ma contribuisce attivamente a proteggere il clima riducendo le emissione di anidride carbonica nell’aria. In più viaggiando in compagnia, le ore trascorse in auto non saranno più grigie e noiose!

Chi cerca un passaggio ha a disposizione uno strumento di ricerca semplice ed efficace e, può mettersi direttamente in contatto con il conducente (tramite la nostra mailbox, o per e-mail o telefono) e arrivare a destinazione in modo comodo, conveniente e veloce!

Un’idea pratica e moderna, per viaggiare in compagnia, rispiarmiando qualcosina.