Posts contrassegnato dai tag ‘calciatori’


Questa sera alle 20.45 a Kiev, in Ucraina, Spagna e Italia giocheranno la finale degli Europei di calcio. La partita si può vedere in tv e in chiaro su Rai Uno, RaiSport 1 e Rai HD.

Finale Europei 2012

Se non avete una tv a portata di mano

(altro…)


«Se tutti faranno sacrifici, il disagio si ridurrà. Sarebbe perciò opportuno che la Federazione riducesse i premi previsti per gli azzurri in Sudafrica. E sarebbe bene che anche le società abbassassero gli ingaggi, che stridono con l’attuale situazione economica». 

Questa è stata l’apertura dei telegiornali qualche giorno fa, che quasi distrattamente è arrivata al mio orecchio mentre, quasi sovrappensiero, facevo il cambio degli armadi, dato l’imponente quanto improvviso arrivo del caldo estivo, che ci sta facendo “boccheggiare” per gran parte della giornata.

A pronunciare quelle parole è stato il Ministro Calderoli. Uno di quei politicanti, a prescindere dal colore dello schieramento, che predica bene, ma razzola male. O per nulla. Così, dopo numerose promesse durante la campagna elettorale, e parlo in generale di tutti i candidati, ora il vuoto più assoluto avvolge noi comuni elettori. In più, oltre a non riconoscere le proprie e numerose colpe, ci si accanisce contro le altre categorie, forse per distogliere l’attenzione dai cosiddetti “capi”, che ci governano.

Infatti, seppur avendo ragione sul fatto che gli ingaggi dei calciatori sono spropositati, in base alla mole di lavoro richiesta loro (su questo sono d’accordissimo), la classe politica, di cui il Ministro fa parte non è assolutamente da meno. Quello che “l’Onorevole” ha omesso, è che mentre lo stipendio del calciatore proviene da fondi privati, da società private e da sponsorizzazioni, lo stipendio della classe politica lo paghiamo noi cittadini. E’ un conto che ci si presenta ogni mese, ed è anche salato. Dato che il Ministro fa i conti anche per gli altri, andiamo a curiosare nelle sue tasche:

Ecco il vero stipendio: Tfr, e Pensione dei deputati: Totale netto mensile dei deputati = 15.237.02 euro netti al mese (5.419,46 euro al netto + 4.003,11 euro al netto + 4.190 euro al netto +  1.107,9 euro minimo al netto + 258,33 euro al netto  + 258,22 euro al netto );

a questa cifra, si aggiungerà l’Assegno di fine mandato, non quindi al compimento dei 65 anni, ma subito in unica soluzione , l’equivalente del Tfr, pari a 44.763,56 euro al netto, l’Assegno vitalizio ovvero la pensione pari ad un minimo mensile di 2.797 euro al netto ed un massimo mensile di 8.952.712 euro al netto e,  da subito, l’ Assistenza sanitaria). Come se non bastasse, qualche piccola agevolazione, per coloro che  dovrebbero dare il buon esempio, soprattutto in questo momento di crisi:

  1. TESSERA DEL CINEMA gratis
  2. TESSERA TEATRO gratis
  3. PISCINE E PALESTRE gratis
  4. TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA gratis
  5. CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
  6. FS gratis
  7. AUTO BLU CON AUTISTA gratis
  8. RISTORANTE spesso gratis o quasi.

Ora, non vorrei essere troppo polemico. Ma se lui si lamenta dei calciatori (ripeto, stipendiati dalle società, mentre LUI prende i soldi dallo Stato, e lo Stato, siamo noi) io, che lavoro tutti giorni per 1000 euro al mese, ho il contratto in scadenza e non andrò mai in pensione, cosa dovrei dire?